Viaggi per Famiglie leader

Seggiolini bici: tu, il tuo piccolo e la due ruote

Seggiolini bici: anteriori o posteriori, ecco tutto quello che hai bisogno di sapere

Il seggiolino per la bicicletta è il modo più comodo e compatto per portare i bambini sulle due ruote con noi. Vediamo insieme come usarlo, da quando, quali i modelli e come si possono montare.

Sempre partendo dal presupposto che anche per i seggiolini bici esiste una NORMATIVA di riferimento che puoi trovare qui, assicurati, quando lo compri, che sul retro sia riportata l’omologazione CE e la normativa UNI EN 14344, che è quella di riferimento per il trasporto dei bimbi in bicicletta. Nell’approfondimento che ti ho segnalato prima trovi anche tutte le caratteristiche strutturali dei seggiolini a norma.

Uno dei vantaggi dell’utilizzare il seggiolino è che, a differenza del carrello, tu, il tuo piccolo e la bici create un corpo unico. Questo può darti più sicurezza in termini di prossimità del bimbo, del poterlo controllare (quando è nel seggiolino davanti), ma non per questo può non avere degli svantaggi. Ad esempio, se cadi, il tuo cucciolo cade con te. Dietro non lo puoi vedere e, se si addormenta, non è poi comodissimo, anzi. Un aspetto che potrebbe essere sia un vantaggio, sia uno svantaggio, sta nel fatto che, una volta montato, il seggiolino resta sulla tua bici nei secula seculorum. Va bene se usi la bicicletta come mezzo di trasporto, un po’ meno se la usi anche per fare sport (e lo dico specialmente per i papà): ti troveresti a fare il metti e togli.

Ad ogni modo resta un’ottima scelta per condividere i nostri momenti di outdoor con la bicicletta.

Davanti o dietro: quale seggiolino bici e per quali esigenze

Per quanto riguarda la scelta dell’installazione, se anteriore o posteriore, vorrei precisarti che non è una scelta propriamente tua, quanto più in relazione al peso del tuo piccolo. La normativa, infatti, parla del trasporto dei bimbi fino ai 22 kg e fino agli 8 anni circa. Ma se, ad esempio, tuo figlio a 4 anni pesa 30 kg (dico per esagerare), è ovvio che puoi non usarlo (anche perché non ci starebbe nemmeno).

Il seggiolino bici frontale: dai 9 kg ai 15 kg

Di solito si aggancia al telaio in prossimità della pipa del manubrio. Il vantaggio è che il bimbo è fronte mondo, ha l’impressione di essere il “comandante della nave”, non soffre per il fatto di non essere guardato, può tenere tutto sotto controllo, e anche tu puoi fare lo stesso. Posizionare il seggiolino davanti lascia un po’ meno spazio di manovra, ma non dovendo fare grandi evoluzioni, puoi anche accontentarti. Perfetto per prendere la brezza estiva, un po’ meno per i venti autunnali. Per ovviare a questo esistono degli appositi parabrezza.

I seggiolini bici posteriori: dai 9 ai 22 kg

I seggiolini bici montati posteriormente sono quelli che coprono tutta la fascia di peso di portata di questa attrezzatura per il trasporto dei bimbi. Sono un po’ più grandi, il bimbo dietro è più riparato dall’aria e tu hai più libertà di manovra. Di contro si sente un po’ solo, se si addormenta quasi tu non te ne accorgi e non è comodissimo. Esistono due tipologie di seggiolini posteriori che si differenziano per gli appoggi e, quindi per il montaggio. Il più comune è quello che si appoggia al portapacchi posteriore con un sistema di fissaggio che lo segue. Il più innovativo e sicuramente più comodo nel caso in cui serva fare “metti e togli” e quello che si aggancia al tubo della sella e può essere montato anche sulle biciclette sprovviste di parafanghi e portapacchi come, ad esempio, le mountain bike.

Montaggio del seggiolino bici

Il montaggio dei seggiolini bici è semplice ma, se non hai un’idea della differenza tra un cacciavite e una brugola, è meglio che te lo fai montare direttamente dal negoziante o che porti bici e seggiolino in un punto specializzato.

Corrixbrescia Leaderboard