Attività sportiva

Addome in gravidanza: cosa sapere per un migliore post parto

 

Tutto quello che devi sapere sull’addome in gravidanza per prevenire tanti problemi e disturbi nel post parto

La gravidanza non può essere ridotta ad un mero dentro un bambino-fuori il bambino. Siamo persone, che hanno esigenze, bisogni e con corpi che cambiano, subiscono modificazioni, talvolta di grande entità. In nove mesi il processo è lento ma il parto è velocissimo e tutto muta in un attimo. E il nostro corpo sopporta davvero grandi fatiche durante l’accudimento. 

Tutto questo non può essere continuamente ignorato. 

La gravidanza è un momento magico per una donna, verissimo, ma questo non significa che sia una passeggiata che non lascia segni. Certo, c’è caso e caso e molto dipende anche da come andrà il parto ma, dalla gestazione più felice e in pieno benessere per arrivare a quella un po’ più complicata, nessun corpo è escluso dai cambiamenti anatomico-fisiologici e da ciò che questo comporta. 

Parlo, sento e vedo tantissime mamme, ogni giorno, in presenza o online e, purtroppo, mi capita spesso di ricevere dei feedback in merito a questo argomento di problemi insorti, soprattutto a distanza di 3, 4, 5 anni o oltre dai parti. 

Conseguenze della diastasi addominale da gravidanza, del peso sul pelvico e non solo

Problemi di digestione e/o reflusso, problemi al pavimento pelvico (più o meno importanti), mal di schiena, infiammazioni alla sciatica, problematiche di varia natura alle gambe (bandeletta laterale, adduttori, rotatorim piriforme…) per chi pratica running…acciacchi di varia natura, rigidità, problemi legati al sovrappeso: più o meno il quadro è questo. 

Nel nostro sistema di indagine medica siamo abituati a considerare un sintomo per quello che è, quasi fosse qualcosa che ci cade addosso, slegato da una causa, o da una serie di eventi. Difficilmente andiamo a cercare la natura della sua origine. La medicina allopatica (metodo occidentale), cura i sintomi, non le cause. 

Quando parliamo di gravidanza, invece, non possiamo non trattarla da un punto di vista olistico (che la considera a 360°, da più punti di vista, non solo ostetrico-ginecologico). Il problema delle conseguenze del post parto e del GRANDE BOH che c’è a livello di informazione e gestione della madre nel dopo gravidanza, in molti casi e zone anche in Italia, ha due cause: 

  • la prima è che una volta che il bimbo nasce, esiste attenzione praticamente solo per il bimbo. A parte la visita dei 40/60 gg post parto, il nostro sistema si concentra sul bimbo: vai in consultorio per il tuo bambino, per pesarlo, per imparare ad accudirlo, per il suo allattamento. Ma qualcuno insegna a te a stare bene per prima? NO.  
  • La seconda, deriva da quello che dicevo prima: mancando una visione olistica della gravidanza, il benessere della madre si perde nei meandri delle varie specializzazioni, che non si mettono in concerto tra di loro, ma ognuna guarda al suo piccolo orto: ginecologo, ostetrica, fisioterapista…Parlo per la maggior parte dei casi. Fortuna vuole che esista anche chi si confronta e mette in comunicazione con altri professionisti che hanno a che fare con la maternità. Non per nulla, in quei casi le cose per la mamma vanno molto meglio. 

Prevenire è molto meglio che non sapere (quasi) cosa si debba curare

Quello che può presentarsi nel post gravidanza, come dolori e acciacchi di vario genere, spesso non è collegato alla gestazione (o all’accudimento) come causa. Per questo è molto importante, invece, lavorare sulla prevenzione. Per fare in modo che queste cause o non si presentino o, se bussano alla nostra porta, lo siano in maniera meno invadente.   

Vediamo adesso in dettaglio le parti interessate nell’addome in gravidanza, cosa succede e quali sono le possibili conseguenze.

  • Addominali: la separazione dei RETTI ADDOMINALI è normale. La DIASTASI avviene IN TUTTE LE GRAVIDANZE a partire da circa il sesto mese, perché l’utero con dentro il bimbo spinge i muscoli retti verso avanti e, via via che si va verso la fine gravidanza, anche verso l’esterno. Quindi, ripeto, al NONO MESE TUTTE ABBIAMO LA DIASTASI. La differenza sta in cosa succede dopo il parto. Per approfondire la questione degli addominali in gravidanza, ti riporto uno dei miei articoli più famosi e letti sull’argomento. Lo puoi trovare qui. La separazione degli addominali porta a diversi problematiche:
    • tenuta e contenimento fisiologico: se i muscoli sono separati, manca il giusto contenimento degli organi interni. A partire dallo stomaco, con ovvi problemi di digestione, per arrivare alle pelvi, tutti gli organi addominali sono come “esposti” e meno protetti. Ecco perché insorgono le ernie, che sono delle fuoriuscite. 
    • mancanza del corretto sostegno alla colonna vertebrale: addominali separati non possono essere forti. Se non possono essere forti non possono svolgere a pieno la propria funzione di antagonisti (in senso di fisicamente opposti) della colonna vertebrale. I muscoli addominali contribuiscono al mantenimento della corretta postura. Se mancano in questo, LA SCHIENA VA IN AFFATICAMENTO, modificando la sua curvatura (va in lordosi) e portando così in sofferenza tutto il corpo, dalla zona lombare, che subisce una forte pressione a livello di dischi, fino alle terminazioni nervose, che si infiammano, come ad esempio il nervo sciatico. 
    • Muscolatura debole, sottosviluppata che manifesta dolori di vario genere: se gli addominali e la colonna vertebrale stanno male, tutto il corpo li segue a ruota. I glutei si indeboliscono, anche in conseguenza degli alti livelli di progesterone in gravidanza, che li rende “molli”, e non sorreggono la schiena; le spalle e i dorsali vanno in tensione, provate anche dall’avere i bambini sempre in braccio. 
  • Pavimento pelvico: insieme all’addome, e forse ancor di più, è la parte del nostro corpo che più subisce le conseguenze della gravidanza. Questo succede anche a chi partorisce di cesareo, perché il peso della gravidanza non si evidenzia (solo) col parto, ma soprattutto dal sesto al nono mese, per via della FORZA DI GRAVITÀ che fa, appunto, gravare tutto il peso sulla zona perineale. Il tutto è peggiorato se si è in sovrappeso. Questo comporta:
    • affaticamento e indebolimento del pavimento pelvico stesso, che ha “solo” la funzione di contenere dal basso tutti i nostri organi, a partire da quelli più vicini a lui, come intestino, utero e vescica, fino ad arrivare a quelli sopra. Tutti gli organi rispondono alla tenuta del pelvico. È seriamente sbagliato pensare che la sua salute non sia una faccenda a cui dare importanza. I prolassi, i rettocele, cistocele etc sono molto più frequenti di quello che credi e, fidati, vivere con l’anello pressorio per cercare di fermare la caduta verso il basso non è bello. 
    • perdite di pipì, da qualche goccia fino ad arrivare all’incontinenza (anche rettale): le perdite di pipì non sono normali. Non nasciamo con le perdite. Quello che è normale è che si presentino in gravidanza e post parto, ma NON È NORMALE TENERSELE. Se senti di perdere qualcosa, anche fossero solo gocce, rivolgiti a qualcuno. Oggi è una goccia, domani è il TENA LADY. E chi soffre di incontinenza non ride come quella della pubblicità. Non pensare che il pavimento pelvico NON ABBIA VALORE PERCHÉ NON LO VEDI. È “quello che regge la baracca”. Merita il massimo della tua attenzione. 

Fare movimento mirato in gravidanza è fondamentale per la nostra salute, di oggi e domani

Capisci, quindi, che non è che voglio spaventarti. Ci mancherebbe. Ma credimi che molte più persone di quello che pensi hanno anche solo piccoli problemi in conseguenza alla gravidanza e al parto e non lo si dice perché, giustamente, è una cosa intima, privata. Il FATTO CHE NON SI SAPPIA NON SIGNIFICA CHE NON ESISTA! E, come dico sempre, il problema va molto oltre a quello che può essere il lato estetico. 

Fare movimento, e movimento mirato, preventivo e specifico per la gravidanza, non solo passeggiate o attività senza capo né coda, non significa (solo) preservare il corpo in uno stato di forma, ma prevenire l’insorgere di tante problematiche a livello di benessere e salute che possono bussare alla tua porta in ogni momento e con grande probabilità anche molti anni dopo, in menopausa, quando il corpo, affaticato e invecchiato, inizia a dare segnali di cedimento. 

Mantenersi attive in gravidanza è la via. Passeggiate e attività all’aperto sono ottime per il sistema cardiocircolatorio, ma ginnastica e fitness mirati hanno la possibilità di guidarti nella conoscenza del tuo corpo, per prendere consapevolezza di quel che succede e succederà, farti capire cosa puoi fare e come farlo per stare bene e assicurarsi migliori condizioni nel post parto e più a lungo durante la nostra vita di donne, 

In gravidanza, grazie al fitness, è fondamentale lavorare sull’ELASTICITÀ dell’ADDOME, come di ogni altro muscolo. E chi dice che in gravidanza il pelvico non andrebbe mai contratto sbaglia e sbaglia alla grande! Se non eseguo esercizi di contrazione e rilascio, non posso insegnare al muscolo ad essere elastico. ELASTICITÀ e FLESSIBILITÀ sono le parole chiave per lavorare sulla muscolatura, per il benessere in gravidanza ma, soprattutto, per un migliore recupero nel post parto. 

È vero che il pelvico dovrebbe tendere a rilassarsi, per agevolare il travaglio e per favorire la fase espulsiva, ma è ASSURDO PENSARE DI ADDORMENTARE PER NOVE MESI UN MUSCOLO e renderlo MOLLE, perché l’unica conseguenza che otterremo sarà quella di trovarci con un pavimento pelvico totalmente da rieducare, assolutamente non in grado, dopo tutto quel tempo e quella fatica, di contrarsi. E la contrazione è fondamentale per fare in modo che regga, soprattutto se sei una mamma sportiva. 

Prevenire è possibile, prevenire è la strada. Scegli una gravidanza consapevole per un post parto informato e in pieno benessere! Con i miei programmi posso aiutarti a vivere al meglio il tuo corpo in gravidanza, nel post parto e anche molto oltre. 

Che tu sia sportiva o meno, c’è sicuramente il programma adatto a te! 

Prova a dare un’occhiata. C’è anche il test per capire dove orientarti 😉 

E tu? Hai fatto movimento in gravidanza? Come ti sei trovata nel post parto? 

Raccontami la tua esperienza, qui o sui social. Ti leggo :-* 

 

Condividere fa bene e tiene in allenamento le dita 😉

Condividi questo post sui tuoi social preferiti!

Hai già ascoltato il mio PODCAST?

Potrebbe piacerti...

13 commenti

  1. Hello to every one, as I am in fact eager of reading
    this web site’s post to be updated regularly. It consists of good data.ダッチワイフ

  2. In today’s culture, our foods, cleaners, and charm items are actually typically packed with unneeded chemicals and bodily hormones. You can quickly penetrate your physical body along with an assortment of unnecessary products if you are certainly not careful. Fortunately, there are many companies that are actually committed to developing products with all-natural active ingredients, https://indeyes.com/members/polocolor0/activity/210550/.

  3. Our dedicated support group is available for your helpall of the 7 days.

  4. 인터넷 ,SNS, 인스타그램,페이스북 ,카카오톡 ,안드로이드 ,트위터 ,
    애드센스 , 블로그 ,유튜브 ,운영체제, 생활에 관련된 유익한 정보를 공유합니다.
    정확한 도움이 되는 정보로 찾아봴게요~
    유익한 IT SNS 뉴스

  5. Should you also want to experience the mod Variation of GarenaFree Fire, I recommend you to not use yourFree Fire Account Free 2022 | Diamond Skin Generator Garena Accountsfree fire account free

  6. It’s appropriate time to make some plans for the future and it is
    time to be happy. I have read this post and if I could I wish to suggest you some interesting
    things or advice. Maybe you can write next articles referring to this article.
    I wish to read more things about it!セクシー ランジェリー

  7. I am really loving the theme/design of your weblog. Do you ever run into any web browser compatibility problems? A number of my blog audience have complained about my website not operating correctly in Explorer but looks great in Safari. Do you have any suggestions to help fix this issue?

  8. Grеat ѡebsite. Lots of useful info here. I’m sending it toseveral buddfіes ans additionally sharing in delicious.And of course, thanks to yoir sweat! http://Hanpaijiaju.com/comment/html/?276403.html

  9. Fantastic web site. A lot of useful info here. I’m sending it to some friends ansalso sharing in delicious. And naturally, thank you on your sweat!

  10. А1214 ЭКСПЕРТ имеет откидную ручку, позволяющую фиксировать дефектоскоп в разных положениях, а так же размещать прибор, как на столе, так и на трубе. Так же как и ультразвуковой дефектоскоп А1212 МАСТЕР, дефектоскоп А1214 ЭКСПЕРТ имеет функцию встроенных АРД-диаграмм, позволяющую определять условную площадь дефекта в мм2.дефектоскоп В УСД-60 представлен совершенно новый подход – масштабируемая программная структура универсальной платформы УСД-60 позволяет пользователю самостоятельно в дальнейшем наращивать возможности прибора по мере необходимости работы с TOFD сканерами, 16-и канальными фазированными решетками, многоэлементными сканерами

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *