was successfully added to your cart.

Abbigliamento sportivo invernale e per il babywearing

Viaggi per Famiglie leader

Babywearing invernale, sport e outdoor: cosa mettere, per mamme e bambini

Cosa indossare per fare sport col freddo e portare i piccoli in outdoor

Ecco il primo dei due post dedicato all’abbigliamento sportivo invernale per poter portar fuori i nostri piccoli anche con il freddo. Questo è dedicato al babywearing e ora vedremo, freddo meno, freddo più, cosa possiamo indossare e far indossare ai nostri cangurini.

Partiamo dalle base e facciamo 2 distingui:

  • non tutti i freddi sono uguali
  • non tutti gli sport portano ad avere le stesse esigenze

Per praticità e per logica, le soluzioni che ti propongo in questo post tengono in conto del coprire queste zone dei corpi di mamma e bébé:

  • testa, orecchie e collo
  • busto
  • mani/piedi

Partiamo.

Portare i piccoli in autunno e inverno: movimento in outdoor riparati e sereni

I primi freddi sono pure i peggiori. Arrivano all’improvviso e, spesso e volentieri, portano con sé raffreddori, mal di gola e infezioni alle vie respiratorie varie. Complici anche i venti che in questa stagione non si risparmiano, a volte caldi e a volte folate di aria ghiacciata.

Il sole autunnale è ancora gradevole, ma aria e temperature non devono trarci in inganno.

Il sudore da movimento è un conto, il sudore da caldo perché siamo troppo coperte è un altro. Questo è quello pericoloso. Perché ci viene da spogliarci…e quando lo facciamo…TAC, siamo fregate! Altra cosa, invece, è se l’inverno è già inoltrato. Sappiamo già cosa ci attende. La temperatura è quella e quella resta, al massimo sale di qualche grado nelle ore centrali. Questo non significa uscire di casa coperte come gli omini Michelin, perché il troppo caldo non va bene.

Per proteggersi per fare sport in outdoor d’inverno bisogna seguire poche e semplici regole:

  • coprirsi abbastanza ma non troppo da sudare per il caldo
  • tenere riparate orecchie, gola, petto, specie dal vento

Abbigliamento sportivo in autunno e inverno: cosa deve indossare la mamma

Tieni presente che hai il bimbo addosso. Non solo vi scaldate a vicenda con il calore dei vostri corpi ma per te è più faticoso perché hai il suo peso da portare.

Quindi, cosa serve alla mamma seguendo lo schema delle zone del corpo proposto nell’intro:

  • testa, orecchie e collo: coprirsi le orecchie è un must. L’aria fredda è insidiosa e potrebbe portare al mal di orecchie. In autunno non serve arrivare a copriorecchie di pile o pelo, bastano le fasce di cotone o gli scaldacollo sportivi. Stessa cosa vale per il collo, per evitare contratture o reumatismi da colpi d’aria, e la gola, per evitare faringiti/laringiti e via dicendo. Anche qui, non serve usare la sciarpa, un copricollo andrà benissimo. Li trovi anche da Decathlon, in tanti colori e fantasie, anche online qui: SCALDACOLLO LEGGERI DECATHLON. Per il freddo vero, invece, puoi scegliere quelli in pile. Sempre quelli di Decathlon, che fanno anche da copricapo (tirando la coulisse). Altri molto belli sono quelli di BUFF -> SCALDACOLLO BUFF
  • Corpo: quello che è importante coprire del corpo e tenere al riparo sono gli organi vitali e gli intestini (per evitare colpi di freddo). Come primo strato (perché più si va in là col freddo, più strati metteremo) io sconsiglio il cotone. Il cotone è vero che è una fibra naturale, ma se vogliamo muoverci in modo più sostenuto, fare sport, insomma, non va bene. Il cotone non si asciuga velocemente, anzi, trattiene in bagnato del sudore a contatto con la pelle, tua e del vestiti del bambino. Quindi molto meglio una maglia sportiva tecnica, di peso leggero. A manica lunga o corta dipende dalle temperature e da come ti trovi meglio. Come scegliere la maglia tecnica? In base alle temperature e al grado di traspirabilità. Io mi trovo benissimo con quella di Decathlon per i calciatori 😀 Infatti è del marchio Kipsta. La trovi qui. (foto con le due maglie). Se, invece, vuoi un capo di qualità superiore e più tecnico, ti consiglio questa di X-TECH SPORT DESIGN, ideale anche per il running, il ciclismo e altri sport dove si suda. In inverno, invece, puoi o utlizzare la stessa maglia e aggiungere un altro strato sempre tecnico, ma non troppo pesante, oppure adottare una maglia tecnica più performante, che si adatti, cioè a temperature più rigide. Io mi trovo meglio con la seconda soluzione. Come “strato finale”, puoi utilizzare una giacca in softshell, uno spolverino antivento, purché sia in materiale traspirante. Va bene anche il pile, ma sempre se non ti fa sudare troppo. Per esempio,va bene se cammini con calma e nelle giornate soleggiate. Meno se fai trekking un po’ più sostenuto, se fai Maternal Nordic Walking o una camminata sportiva a passo svelto, tutte attività dove sudi di più e ti servono capi che facciano evaporare meglio il sudore. Altrimenti restate bagnati in due e non è il massimo. Per le giacche per portare e soluzioni ad hoc, trovi un paragrafo dedicato più oltre in questo post.
  • Mani/piedi. Il comfort di mani e piedi è fondamentale quando facciamo attività fisica. Le mani ci servono e averle intorpidite non è bello. I piedi ci devono portare in giro. Per i primi freddi, bastano un paio di guanti leggeri, tipo quelli da running. Con il freddo più pesante, invece, puoi scegliere quelli con l’interno in pelo o pile, fino a quelli da sci se cammini in montagna con la neve. Anche le calze sono importanti. Sempre meglio utilizzare delle calze tecniche mentre facciamo sport. Come per il corpo, regolano la sudorazione e permettono un maggior comfort del piede. Sempre da adattare alla temperatura.

Babywearing in autunno e inverno: ecco come vestire e coprire il nostro bimbo

Partiamo da una regola base: i bambini soffrono il caldo. Questo non vuol dire che dobbiamo farli congelare, semplicemente non infagottarli come se fossimo in Siberia. A loro il sudore da troppo caldo fa male e dà molto, molto fastidio.

Detto questo, ecco cosa fare:

  • testa, orecchie, collo: valgono le stesse attenzioni che per la mamma. Una cuffietta di cotone o ciniglia (se è più freddo) andrà benissimo per i primi freschi. Gli tiene anche al riparo la testa dal sole, che è sempre bene. Se gli facciamo indossare un giubbetto o una felpa col cappuccio, terremo al caldo anche collo, gola e nuca. Per il freddo intenso, invece, via di lana e pile, confortevoli e caldi.
  • Corpo. Per l’autunno: body, maglia o felpa a manica lunga e giubbino/spolverino leggero o in softshell, un tessuto tecnico particolarmente ideale per lo sport perché ripara dal vento, mantiene il corpo caldo ed è mediamente impermeabile. Il che vuol dire che puoi scaldare il bimbo col tuo corpo, ma senza inzupparlo col tuo sudore. Non male, eh? Se il tuo bimbo è piccolo, piccolo, puoi anche usare una di quelle tute intere in ciniglia o pile leggero ma, mi raccomando, bada che non abbia troppo caldo. Con il super freddo, invece, puoi utilizzare il tutone da neve, ma senza coprirlo troppo sotto, altrimenti fa la sauna. Io, per esempio, le mettevo solo il body a manica lunga e i collant di lana. Caldi e sufficienti. Il tutone è utile anche per non farli bagnare del nostro sudore, evitando che restino bagnati.
  • Mani e piedi. In autunno. Per i piedi, di solito, non c’è problema perché i bimbi portati non fanno fatica e hanno le scarpette. Se il tuo bimbo non cammina ancora, un paio di pantofoline andranno benissimo. È sufficiente tenere il piede al riparo dal vento. Per le manine, invece, possiamo o tenerle al caldo mettendole tra i nostri corpi, oppure optare per un paio di moffole o guantini leggeri. In inverno è molto importante che le estremità siano al caldo, proprio perché i bimbi non si muovono e mani e piedi sono i primi a soffrire il freddo. Guanti di lana e pile, magari moffole da sci e copriscarpe sempre da sci con scarpette o pantofole invernali in mesh fuori e con l’interno in morbido pelo sono ideali per i piedini. Ho sempre usato quelle in foto per Petra e non ha mai avuto freddo. Ecco il link ad Amazon per acquistarle

Giacche per portare, pile per portare, cover per marsupi, extender per giacche: come coprirsi in due.

Un ultimo e utile strato quando fa più freddo fa sempre comodo.

  • cover per marsupio: la cover per il marsupio (esiste sia in versione parapioggia, sia più calda) è molto utile soprattutto in autunno e per il vento. Ripara dai primi freddi ma non è così impegnativa, né per la mamma né per il bimbo. Non va bene, invece, secondo me, in inverno, quando fa molto freddo e/o se vai a camminare nella neve. Lascia passare il freddo tra mamma e bimbo diminuendo il passaggio di calore tra i corpi, fondamentale per scaldare il piccolo. Nella foto vedi un esempio. Qui puoi trovare il link ad AMAZON con qualche prodotto tra cui scegliere.
  • Extender/expander per giacche: comodi e adattabili alla tua giacca, i pannelli “estensori” per le giacche sono utilissimi per la gravidanza e per il babywearing. Unico neo: si possono utilizzare solo per portare davanti.  
  • Pile per portare: caldi e morbidi, sono un ottimo secondo strato. Spesso anche dal costo contenuto. Attenzione solo a due cose: non sono traspiranti e non proteggono dal vento e dalla pioggia. Un consiglio? Acquistate quelli per portare sia davanti, sia dietro, li potrete usare per più tempo ammortizzando il costo. Una selezione la trovi insieme alle giacche nel link sotto.
  • Giacche per portare: secondo me sono il top, specie se sai di voler portare a lungo e riconosci il valore di un capo in tessuto tecnico. Anche qui ce ne sono diverse: dal capo “normale” a quello più adatto allo sport, con o senza l’apertura dietro, con o senza le maniche staccabili. Io ne ho presa una 4 in 1 e mi sono trovata molto bene. Ha sia l’extender per il babywearing, sia per la gravidanza. Porta in fronte e sulla schiena, ha il cappuccio per me e per Petra e le maniche staccabili. Ma la vera forza è il tessuto: softshell impermeabile, una bomba contro il vento, il freddo e la pioggia e al tempo stesso non trattiene il sudore. La mia giacca è una Adelay (Repubblica Ceca) ottima per rapporto qualità/prezzo. Mi ci vedrai spesso d’inverno perché la uso sempre per portare Petra. Ecco qui qualche idea per PILE E GIACCHE PER PORTARE

Trovi un approfondimento sul babywearing invernale e alcune dritte utili anche in questo post dedicato al BABYWEARING INVERNALE

Per ogni altra domanda, sono a disposizione. Usa i commenti o i social, sarò felice di aiutarti 😉

 

 

Condividere fa bene e allena le dita!

Corrixbrescia Leaderboard

Leave a Reply