was successfully added to your cart.

Passeggini da corsa su strada: per correre e per super correre

Viaggi per Famiglie leader

Passeggino da corsa: sì, ma quale modello e come sceglierlo.

Passeggino per il running o jogging: com’è e quanto costa?

Questa è una delle classiche domande che sempre più amici o amiche di Facebook mi fanno. E di questo ne sono davvero contenta.

Dedico questo post ad Alessandro (Gatta), amico, compagno di corse, di guida per i ragazzi ciechi e ipovedenti e runner serio (non del “quando posso”, come me :D).

Ma, soprattutto, mi ricollego ad una notizia di attualità nel mondo del podismo che vuole che alla recente mezza maratona di Cagliari, un papà stroller runner con bimba di 3 anni, sia stato squalificato dalla competizione, proprio a causa del passeggino. Leggi il post…e saprai tutto quanto.

Detto questo, inizio senza tanti preamboli.

Il post si divide in due parti:

  • passeggini da running (di tutti i prezzi): per chi corre, ama tantissimo farlo e non esce mai senza lo sportwatch al polso per misurare tempi, distanze e tutti i dati della performance.
  • passeggini da jogging (di tutti i prezzi): per chi corre, per chi vorrebbe correre e vorrebbe farlo col proprio bimbo, senza preoccuparsi troppo di tempi, gare, etc.

Se non sai, o non ricordi, la differenza tra fare jogging e fare running la trovi qui, nella pagina dedicata alla CORSA su Mamma Sportiva.

Prima di tutto…

Che caratteristiche ha un passeggino per correre?

Le ho spiegate e elencate tutte qui → PASSEGGINO DA RUNNING

I passeggini da corsa: i modelli e quale scegliere

Per farti capire come siamo messi in Italia, ti posso dire che alcuni di questi modelli esistono nel mercato italiano, altri no. Li puoi comunque acquistare in internet, santo internet. Se la tua perplessità è sul provarlo, controlla bene le caratteristiche e poi, bene o male, la forma è quella. Io mi sentirei tranquilla. Per sicurezza, cercherei in rete le recensioni, nei forum o gruppi di FB per avvalorare l’acquisto.

Se vuoi correre veloce, esattamente come nella tua pratica in solitaria, ti serve una cosa prima di tutto (oltre a un ottimo paio di scarpe, ovvio): LEGGEREZZA.

Sai bene che riuscire a perdere un pochino di massa grassa a favore di quella magra, che il giusto abbigliamento tecnico e nessuna zavorra ti regalano una migliore performance. Ecco, vale lo stesso col passeggino da running. Se li osservi questi modelli, vedrai che sono proprio ridotti all’essenziale. Questo perché le aziende produttrici sanno bene con che razza di “matti” hanno a che fare 😀

TFK – JOGGSTER SPORT

Ti piace correre? Sei un triatleta? Vai con i pattini in linea? Ecco il tuo passeggino sportivo.

Con tanti accessori per il bimbo e per la mamma o il papà, non ti comprometterai nulla e in nessuna stagione. Scopri le caratteristiche, gli accessori, i colori, i dettagli tecnici, i premi e ogni altra specifica qui, sul sito di TFK (in Inglese, ma si capisce).

PREZZO: a listino 719,00 €. In rete è possibile trovarlo a meno.

Clicca qui per vedere i prezzi trovati in GOOGLE SHOPPING per il TFK JOGGSTER SPORT

Non c’è nella versione twin.

 

THULE – GLIDE

Leggero, aerodinamico e essenziale, il Thule Glide è l’emblema della leggerezza per fare dello stroller running. Ha tanti accessori, per la mamma e per il bimbo, che possono soddisfare esigenze sia “tecniche” sia stagionali.

Per tutte le caratteristiche, il peso, le misure, i premi vinti, il manuale, come si chiude, come si monta, etc, apri la pagina di THULE GLIDE sul sito ufficiale di Thule Italia.

PREZZO: di listino, viene 570,00 € ma è possibile trovarlo anche a poco più di 400,00 € nel nuovo.

Clicca QUI per vedere i prezzi trovati in GOOGLE SHOPPING per il THULE GLIDE.

Niente versione per gemelli.

 

BOB BRITAX ROMER – IRONMAN

Il nome dice tutto. BOB è stato uno dei primi produttori ad interessarsi a questa categoria di passeggini e questo modello è molto amato negli USA.

Per le caratteristiche tecniche, le specifiche, gli accessori, le opinioni di mamme e papà runners che lo utilizzano, vai alla pagina sul sito di BOB GEAR per l’IRONMAN.

PREZZO: di listino, 450,00 € – si trova a qualcosa meno su amazon

Il BOB Ironman esiste nella versione twin e si chiama BOB IRONMAN DUALLIE.

BUGABOO – RUNNER

Poteva un’azienda olandese non interessarsi ai genitori attivi? Assolutamente no. Così anche Bugaboo, brand noto per il suo design essenziale e minimal e il suo essere tanto amato dalle mamme smart, fashion e style addicted di tutto il globo, ha creato Runner, il passeggino per correre, dalle classiche linee Bugaboo. In pratica, per chi ama il running chic. Leggerissimo, sembra promettere una guida veramente molto fluida.

Qui trovi tutte le specifiche, i dettagli, gli accessori e quant’altro.

PREZZO: listino 710,00 € – per i genitori che han già un passeggino Bugaboo, è possibile acquistare solo il telaio e montare la seduta del proprio passeggino sul telaio Runner.

Non esiste nella versione gemellare.

 

SPECIAL NEEDS – KOOL STRIDE

Sì, ti ho già visto sgranare gli occhi. Ti sarai detta/o? Chi? Cosa? Questo brand di St. Louis (USA) produce solo passeggini per bisogni speciali. Che sia per bimbi disabili o per il running, Special Needs ha quello che ti può servire. In questo caso parliamo di design essenzialissimo e peso super leggero. La forma molto allungata lo rende con molta probabilità molto fluido da spingere. Non ho notizie di accessori o complementari e anche il prezzo è quello che è. Se poi consideri che ci sono le spese di spedizione e i tempi di attesa di una traversata oceanica…ad ogni modo, puoi trovare i dettagli a questo link: KOOL STRIDE di SPECIAL NEEDS.

PREZZO: 800,00 € circa – si acquista direttamente dal loro sito web.

Niente versione twin, anche qui.

 

SCHWINN – ARROW

Anche qui stessa faccia di prima. Dal nome del brand si pensa siano di lingua tedesca, invece sono Made in USA e l’azienda è produttrice di biciclette da corsa. Anche in questo caso non sono presenti nel mercato italiano, però questo passeggino per il running, che ha il pollice su di Walking Mama (leggi la recensione) si può acquistare su AMAZON.  

PREZZO: 220,00 € circa (ci piace)

Non ho notizie di una versione double.

 

PHIL & TEDS – SUB 4

Design futuristico, la seduta ricorda una capsula aerospaziale, questo passeggino è progettato per run like never before, cioè, a detta del produttore, ti permette di correre super velocissimo, senza compromessi. Forse il progetto è stato troppo futuristico perché di Sub 4, l’azienda, non ne produce più. In attesa di altri modelli…se vuoi vedere le specifiche del SUB 4 le trovi qui, sul sito del brand.

PREZZO: 750,00 € circa. Se te ne sei innamorato, lo trovi ancora su AMAZON.

 

OUT’N’ABOUT – NIPPER SPORT

Il nome dell’azienda la dice lunga sulla sua filosofia. Sconosciuto in Italia, questo brand inglese con sede a nord di Londra produce passeggini per la vita in outdoor un po’ per tutti. Il Nipper Sport, come suggerisce il nome, dovrebbe permetterti di correre e di far fare la nanna al tuo cucciolo.

Per i dettagli tecnici, leggi la pagina del NIPPER SPORT sul sito di OUT’N’ABOUT.

PREZZO: 500,00 € circa. L’azienda ha un marketplace su AMAZON.

Esiste anche nella versione gemellare

Ok, mi sembra di averti fatto una bella carrellata ma, siccome voglio essere ancora più dettagliata, ecco altri due link a cui puoi attingere qualche info:

Ora è il momento di passare ai passeggini con cui puoi sempre correre, sì, ma che ti possono accompagnare anche nella vita di tutti i giorni.

I passeggini da jogging: correre col passeggino e col tuo bimbo

Corricchi? Ti piace? Ti piacerebbe iniziare e, magari vuoi condividere questi tuoi momento col tuo cucciolo? Chiaramente, se ti piace, puoi prenderti un passeggino da running di quelli di cui ho parlato sopra. Questo non vuol dire che con questi modelli tu non possa correre o non possa partecipare ad una gara, anzi. Solo sono meno specifici e li puoi utilizzare anche nel quotidiano, modello più, modello meno, o per altri sport, come me.

Qui il parco modelli si amplia perché, bene o male, quasi tutti i marchi, anche i più famosi, hanno modelli a 3 ruote adatti anche per correre.

Se vuoi un passeggino che ti possa coprire tante esigenze, ti consiglio di guardare più che altro queste caratteristiche:

  • se la ruota anteriore è piroettante e può essere bloccata
  • se è presente o meno il freno sul maniglione
  • quanto pesa
  • quanto spazio occupa (magari hai un baule piccolo 😉 )
  • come si chiude (se è comodo o meno)
  • se fa parte di un sistema componibile (duo o trio, possono esserti comodi)

Ecco alcuni dei modelli tra cui puoi scegliere, senza entrar troppo nel dettaglio, altrimenti questo post diventa una bibbia, ti posso citare, ad esempio, questi modelli. Le foto le trovi nello slider; ogni nome è linkabile e porta alla pagina del modello sul sito ufficiale, con le specifiche.  

    • TFK – JOGGSTER TRAIL (come il mio): 3 ruote con ruota anteriore bloccabile e doppio freno. Perfetto anche per il trekking.Prezzo listino: 619,00 €. Esiste anche nella versione per gemelli. 
    • THULEURBAN GLIDE e URBAN GLIDE 2 (da gennaio 2018). Il 2 sarà meglio perché ha anche il freno d’arresto al maniglione. Prezzo dell’URBAN GLIDE: 570,00 €. Esiste anche nella versione gemellare.
    • BOB – (BRITAX ROMER) REVOLUTION PRO e REVOLUTION FLEX: 500,00 € e 450,00 €, entrambi esistono anche nella versione gemellare.
    • BABY JOGGER – SUMMIT X3: quick fold, ruote grandi, freno al maniglione. Prezzo a listino: 600,00 € circa. Esiste anche la versione gemellare, non direttamente nel mercato italiano.
    • BÉBÉ CONFORT – HIGH TREK: in città, in montagna, ci vai ovunque. bene che ha anche il freno al maniglione. Prezzo? Circa 350,00 €.

Ed ecco qui la galleria di foto. Sono in ordine di citazione e puoi spostarti da una all’altra con le freccettine laterali (sono piccole).


Non li ho citati, perché a catalogo non ci sono più…il CAM Cortina X3 e alcuni modelli a 3 ruote della GRACO BABY, quelli con le ruote larghe tipo il Road Runner, il Valco Baby Matrix, ottimi compromessi, anche se sprovvisti di freno d’arresto al maniglione.

Esiste poi tutta una serie di passeggini a più buon mercato, di marche non famose, che, se rispettano le caratteristiche di un buon passeggino sportivo, perché no. Ricordati sempre che, al di là dell’aspetto, anche i tessuti, le cuciture, la ventilazione della seduta, la capottina, la maneggevolezza sono tutti aspetti che concorrono a fare stare bene soprattutto il tuo bambino e, quindi, a volte è meglio spendere qualcosina in più ma essere più sereni.

SCONSIGLIATISSIMI, invece, tutti i 3 o 4 RUOTE con le RUOTE PICCOLE, un po’ perché sono anti-sport, un po’ perché sono spesso troppo pesanti.

E…last but not least…

Partecipare alla gare competitive con il passeggino in Italia: cosa devi sapere.  

Come ti dicevo all’inizio del post, all’ultima mezza maratona di Cagliari, un papà che correva con la sua cucciola di 3 anni nel passeggino si è visto sollevare il cartellino rosso all’arrivo. Perché?

Perché il regolamento della FIDAL, la Federazione Italiana di Atletica Leggera, che ha in capo l’organizzazione della maggior parte delle gare podistiche, dice che non è possibile correre con qualunque strumento o oggetto che possa inficiare sulla sicurezza dei runner, per se stessi e per gli altri. Ora, io non voglio discutere il regolamento, una regola è una regola e viva che ci sia, altrimenti ci sarebbe un caos totale alle gare di corsa.

In via ufficiale ho dato il mio parere allo Staff di Babyrun, di cui sono testimonial, e presto uscirà un post con intervista al papà squalificato e ai piani alti di Fidal nazionale. In via ufficiosa, non ho molto da aggiungere. Io penso che il mondo cambi, che lo sport cambi, che il podismo cambi e pure l’essere genitore cambi. Perché non creare una griglia apposita, in fondo a tutti, che permetta di raggruppare gli stroller runners di modo che non siano d’intralcio a nessuno?

Quindi? Ti chiederai, cosa succede se partecipo alle gare competitive con il passeggino?

Beh, è giusto che tu sappia che il cartellino rosso potrebbe essere la regola, a meno che non sia prevista la categoria, come avviene in alcune manifestazioni (magari non FIDAL). All’estero, ovviamente, succede già. Ma è inutile ribadire il concetto che in Italia si è (quasi) sempre indietro anni luce. Partecipare ad una gara competitiva è più una sfida con se stessi. A maggior ragione se si spinge un passeggino.

Puoi correre per te e il tuo piccolo, per condividere questo grande momento di sport…e prendere i tempi per te…la gloria sarà comunque la tua, anche se non comparirà negli annali delle classifiche ufficiali.

Vuoi saperne di più sui passeggini per fare sport? Tutti i modelli, quali scegliere, quali usare, da quando? Qui c’è la pagina dedicata, nella sezione ATTREZZATURE di Mamma Sportiva. 

SCOPRI I PASSEGGINI PER FARE SPORT
Hai un passeggino e vuoi sapere se ci puoi correre? Chiedimelo nei commenti o sui tuoi social preferiti!

 

 

 

Condividere fa bene e allena le dita!

Viaggi per Famiglie leader

Leave a Reply